16 Gen, 2020

Borgo Pretorio: Una gita tra il borgo e i prodotti tipici abruzzesi.

Borgo Pretorio: Una gita tra il borgo e i prodotti tipici abruzzesi.

veduta di Pretoro comune in provincia di Chieti all'ombra della Majella

Un suggestivo borgo incastonato tra le montagne in provincia di Chieti, all’ombra della Majella. Borgo presepe appartenente alla Comunità montana della Maielletta ed ai Borghi più belli d’Italia. Paese ricco di meraviglie paesaggistiche e di luoghi incontaminati, meta ideale per una vacanza in pieno relax a contatto con la natura. 

Raggiungibile facilmente dal nostro hotel a San Giovanni Teatino vicino al casello autostradale con mezz’ora di macchina circa.

Storia

Nel paese sono stati rinvenuti scavi archeologici che possono far risalire le origini della borgata al periodo italico (VI-V secolo a.C.). 

Il nome “Pretoro” deriverebbe da “Praetorium” che caratterizzerebbe un punto di vigilanza del passaggio dalla vallata in cui si avevano insediamenti della gente Peligna (sull’altro versante della Maiella) all’area in cui avevano la loro sede i Marrucini ed i Frentani. Altra ipotesi l’origine potrebbe derivare dal termine “preta” che in dialetto abruzzese indica le pietre e i luoghi in cui esse abbondano come l’area di Pretoro.

Il borgo

Questo borgo-gioiello abruzzese è caratterizzato da una particolare struttura urbanistica, piccole case appoggiate l’una all’altra e affacciate sui vicoli stretti stretti collegati spesso da scalette. 

Tra scalette e stradine vale la pena visitare la chiesa di Sant’Andrea Apostolo, chiesa principale del paese, con il pavimento che si adatta alle conformazioni della roccia. Così pure la Chiesa di San Nicola che dopo la sua ricostruzione sfoggia eleganti forme tardo rinascimentali e seicentesche, discostandosi da quelle dell’originario impianto romanico. 

veduta del centro storico del borgo di pretoro Chiesa di San Nicola

 

Questa borgata incantevole fatta di artigiani è la meta ideale per staccare la spina e riscoprire i ritmi lenti godendo dei panorami mozzafiato che il paese sa regalare. Sapori antichi e profumi che si mescolano con l’aria buona di montagna, il tutto immerso in una natura spettacolare.

Pretoro è infatti immerso nella Valle del Foro. Valle dal paesaggio variegato, terra di faggetti, santuari e chiesette. Per godere a pieno delle meraviglie che la natura ci offre vi consiglio di fare una bella camminata andando alla scoperta anche delle sorgenti del fiume. Il paese costituisce la parte più alta del corso del fiume dove è possibile ammirare le sorgenti, la Chiesa della Madonna della Mazza e la Grotta dell’Eremita

La vicinanza con le piste da sci offre d’inverno un’ottima alternativa per praticare i diversi sport invernali. 

Prodotti tipici

Il paese vanta anche diverse specialità enogastronomiche. I “P’ttlolozz” rombi di pasta preparati con farina e acqua, cotti poi nel sugo. La pasta alla chitarra realizzata mediante uno strumento detto appunto chitarra, tipico della cucina abruzzese. 

L’agnello cotto alla brace  accompagnato magari da un buon bicchiere di Montepulciano d’Abruzzo e la  “Pizza scim” pane bianco non lievitato e sciapo. 

Infine la Ratafià. tipico liquore abruzzese a base di amarene e vino rosso Montepulciano d’Abruzzo. 

Ratafià tipico liquore abruzzese a base di amarene e vino rosso montepulciano d'abruzzo

Ratafià

 

 


In conclusione il borgo di Pretoro risulta essere una borgata pittoresca e suggestiva, meta perfetta se ci vuole rilassare e staccare dallo routine quotidiana. Sullo sfondo l’imponente massiccio della Majella, percorrendo le piccole vie del paese si può respirare un profumo inebriante dei boschi di questo piccolo paradiso del centro Italia.

 

 

Trackback URL: https://www.dragonara.it/borgo-pretorio-una-gita-tra-il-borgo-e-i-prodotti-tipici-abruzzesi/trackback/

Leave a comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *