Li caviciunitt!

Li caviciunitt!

piccoli dolci ripieni a forma di raviolo che vengono fritti e serviti con una spolverata di zucchero a velo.

E’ proprio il caso di dirlo, in Abruzzo non è Natale senza li caviciunit! Meglio conosciuti come caggionetti o cavicionetti sono il tipico dolce natalizio della tradizione culinaria abruzzese.A dire il vero, noi abruzzesi siamo, rinomatamente, dei buongustai e, sopratutto a Natale i piatti tradizionali non possono assolutamente mancare sulle nostre tavole.

Se avete dei parenti in Abruzzo e li raggiungete per le feste, saprete che i nostri interminabili pranzi natalizi sono ricchi di piatti buonissimi e che, dopo una grande abbuffata, arriva il momento dei dolci! Sicuramente avrete sentito nominare il nostro parrozzo, il dolce di D’Annunzio, il nostro dolce più famoso, ma tra le leccornie natalizie un posto di rilievo è occupato dai cavicioni o cavicionetti.

dolce tipico natalizio della tradizione abruzzese

Cosa sono

Li caviciunitt, così chiamati nel dialetto abruzzese, sono dei piccoli dolci ripieni a forma di raviolo che vengono fritti e serviti con una spolverata di zucchero a velo. Sono talmente buoni che uno tira l’altro e in poco tempo, senza rendersene conto, si arriva a mangiarne anche dieci di fila.

Oltre ad essere un dolce tipico ed immancabile del Natale abruzzese, i cavicionetti sono anche un simbolo delle feste nella nostra regione; basta nominarli, infatti, per evocare in tutti gli abruzzesi immagini di nonne che li preparano in grande quantità, e profumi caratteristici dell’ infanzia.

La loro produzione inizia sin dai primi giorni di dicembre, ma è nel giorno di Natale che i cavicionetti sono i protagonisti indiscussi. Nel nostro ristorante li serviamo sempre dopo il pranzo di Natale e i nostri clienti li aspettano impazienti.

Come si preparano: l’impasto e  il ripieno

L’impasto è semplice e quello tradizionale prevede ingredienti poveri, ma la lavorazione richiede tempo e attenzione. I cavicionetti vengono anche chiamati i fritti con le bollicine perchè nella lavorazione dell’impasto vengono emulsionati insieme tutti gli ingredienti liquidi, per far incorporare l’aria che da vita alle bollicine.

I cavicionetti che produciamo nel ristorante dell’Hotel Dragonara sono preparati seguendo una ricetta antichissima, ma diversa da quella dei fritti con le bollicine. I nostri cavicionetti vengono fatti con quella che viene chiamata “pasta dolce”, sono quindi morbidi e  l’aspetto è liscio con un colorito sul dorato. Il ripieno è la parte più importante di questo dolce, richiede una lunga preparazione e una grande maestria nel bilanciare i sapori, vera e propria arte gelosamente custodita e tramandata di generazione in generazione.

La ricetta dei cavicionetti è in realtà universale ma in ogni casa ne esiste una variante che li rende, secondo chi li cucina, i più buoni d’ Abruzzo, gli unici veri ed originali. Protagonista indiscussa del ripieno dei cavicionetti è la nostra scrucchiata d’uva, una marmellata d’uva montepulciano che nel nostro ristorante produciamo personalmente e di cui vi parleremo in un altro articolo. Alla marmellata si aggiungono dosandoli con cura tutti gli altri ingredienti:mandorle, cioccolato, biscotti, scorze di limone e d’arancia, zucchero e mosto cotto.

marmellata d’uva montepulcianoAnche se, i cavicionetti per eccellenza sono ripieni di marmellata, esistono tante varianti con il ripieno di crema di ceci, di castagne e nella variante più moderna ci sono quelli ripieni di nutella.

Vi è venuta l’acquolina in bocca? Non vi resta che assaggiarli e non ve ne pentirete!

Se dormite nel nostro hotel in provincia di chieti e mangiate nel nostro ristorante o se siete solo di passaggio, potrete trovarli già dai primi giorni di dicembre!

i cavicionetti abruzzesi

Trackback URL: https://www.dragonara.it/li-caviciunitt/trackback/

Leave a comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *